La società guidata da Massimo Nugnes nella giornata di ieri ha presentato presso la propria la sede il nuovo preparatore atletico che accompagnerà i ragazzi delle categorie 2004-2005-2006.

Sì tratta di Vincenzo Noviello, Laureato e specializzato in “Scienze e tecniche dello sport” all’ università degli studi di Roma Foro Italico con votazione 110L con tesi sull’analisi qualitativa dei cambi direzione su giovani calciatori. Inoltre è istruttore /personal trainer FIPE con tanto di attestato.
Istruttore macebell con attestato. Istruttore metodo RPG (posturale) con attesto.

Preparatore atletico e istruttore scuola calcio, la sua prima esperienza lo vede impegnato a Procida dove fa il preparatore prima per la juniores, poi per gli allievi e l’intero settore giovanile e istruttore scuola calcio.
Trasferito a Roma per continuare gli studi, nel frattempo lavora come istruttore piccoli amici, poi responsabile della attività fisica-coordinativa della scuola calcio nella società SFF-Atletico, serie D laziale.
Poi preparatore allievi e allievi fascia B élite all’Ostiamare (serie D laziale).

Successivamente responsabile della preparazione fisica del settore agonistico e responsabile tecnico della categoria pulcini 2007 a Castelverde.
Prima di approdare alla Frocalcio ha avuto un’esperienza in lega Pro al Cuneo, ma poi decide di ritornare per problemi legati alla società.
Da maggio collabora con Giannotti per effettuare test ai bambini e ragazzi di scuola calcio.
Alla Frocalcio sarà preparatore delle categorie giovanissimi 2004-2005 e esordienti 2006.
Il suo metodo di lavoro è in linea con le nuove tendenze che prediligono l’utilizzo della palla anche per lo sviluppo delle capacità condizionali. Gli esercizi sono studiati in base alle qualità dei vari gruppi e sono mirati al miglioramento, non solo delle capacità condizionali, ma anche di quelle tecniche.

Dall’osservazione dei gesti tecnici nasce la programmazione degli allenamenti. Tecnica di corsa e posture in campo saranno valutate al fine di migliorare i gesti tecnici ma soprattutto per prevenire infortuni. La qualità del movimento è alla base di tutto e quello è l’obiettivo primario.

Ecco le sue prime parole con i colori giallo-azzurri:
“Ringrazio la società, il presidente ed il vicepresidente che mi hanno accolto e apprezzato fin dal primo incontro. La prima idea è stata quella di una grande famiglia, persone accoglienti, un clima molto positivo con allenatori competenti e aperti al dialogo. Spero di poter ripagare la fiducia che mi è stata mostrata fin dall’inizio”.

Benvenuto dott. Vincenzo Noviello

Share