Può durare poco l’avventura del brasiliano Vinicius Junior, acquistato dal Real Madrid, possa tornare in brasile a gennaio. I 45 milioni di Euro pagati dai blancos per acquistare dal Flamengo il giovane Vinìcius Jùnior imporrebbero che il calciatore fosse almeno in panchina nelle Merengues; ed invece l’inizio di “vita” nel club madrileno non sta rispondendo alle attese dei dirigenti.

La questione e’ semplice: Lopetegui, il tecnico del Real, lo ha tenuto in panchina nella Finale di Supercoppa Europea e nell’esordio in campionato, ed ora e’ stato mandato al Real Madrid B. Secondo l’allenatore il ragazzino, che ha 18 anni, non si e’ ancora adattato al nuovo tipo di calcio spagnolo.

Ma nella gara della settimana scorsa contro l’Atlético Madrid B, Vinìcius Jùnior ha segnato 2 reti; il che ha fatto sì che i dirigenti pro-Vinìcius si siano fatti sentire. “Questo ragazzo deve giocare, e’ un calciatore che il pubblico del Bernabèu vuole vedere”, più o meno questo il tenore delle esternazioni.

A questo punto Florentino Pérez sarà in difficoltà; ma in suo aiuto potrebbe arrivare una clausola contrattuale, che prevede che se il calciatore non dovesse subito adattarsi al calcio europeo, potrebbe tornare al Falmengo a Gennaio 2019, in prestito ovviamente. Da qui alla fine dell’anno c’e’ ancora tempo, principalmente per Lopetegui di ravvedersi verso le qualità, indubbie, di Vinìcius Jùnior.

E non aprire un “duello” tra i membri del direttivo del Real Madrid.

di Roberto Eder

Share