La redazione di Soccer News 24 è riuscita ad intervistare l’ormai ex portiere del Chievo Verona, Walter Bressan, il quale ringraziamo nuovamente per la disponibilità mostrata nei nostri confronti. Di seguito, vi proponiamo la nostra intervista.

L’INTERVISTA 

Putroppo, attualmente, è svincolato: c’è la farà a trovare squadra nei prossimi giorni ? Se sì, c’è già qualche interesse ?

“Vi confermo che ho lasciato il calcio e da circa due mesi lavoro con il settore giovanile del Chievo Verona, come responsabile dell’area portieri collaborando anche con la prima squadra. Per questo, ringrazio il Chievo per avermi dato questa possibilità”

Secondo lei la nostra nazionale potrà battere la Spagna nel match di questa sera al Santiago Bernabeu ? 

“La nazionale italiana sta facendo bene e penso che farà la stessa cosa anche contro la Spagna, sebbene sia una partita non facile. Credo che in Spagna non abbiano più la convinzione di vincere senza ostacoli rispetto a qualche anno fa”

Passiamo al Chievo Verona, la sua ex squadra: come giudica il mercato che si è appena concluso ?

“Il Chievo, secondo me, si è mosso bene sul mercato sopratutto perché è riuscito a tenere i suoi giocatori importanti (Castro, Birsa…). Ha preso giocatori d’esperienza come Tomovic e Pucciarelli, in particolare quest’ultimo che è un giocatore intelligente in grado di fare diverse cose”

Con la squadra costruita, secondo lei, questo Chievo a cosa può puntare ?

“L’obiettivo primario del Chievo Verona, rimane sempre la salvezza. Se questa dovesse arrivare in breve durata, sicuramente potremmo accennare altri discorsi o meglio altri obiettivi su cui la squadra potrà puntare”

Le 4 squadre italiane pronte per la Champions League ?

“La Champions League è una competizione molto difficile e credo, che per affrontarla, serva molta qualità. Penso che la Juventus sia ancora la più completa per affrontarla. Napoli e Roma sono due squadre forti e potranno dire la loro. È chiaro, però, che per arrivare in fondo sono un po’ lontane”

Torino e Sampdoria possono essere le sorprese di questo campionato ?

“Torino e Sampdoria sono due ottimi squadre, con due bravi allenatori. Sicuramente faranno bene e quindi non saranno delle sorprese. Penso comunque che questo sarà un campionato molto equilibrato e le sorprese, secondo me, saranno ai piani alti”

PER CHI VOLESSE RIPORTARE L’INTERVISTA, È PREGATO DI CITARE LA FONTE 

Share