Con sei partite da giocare al termine della stagione regolare il Cuore Napoli Basket è al comando della classifica del girone C della serie B con 40 punti frutto di venti vittorie e quattro sconfitte seguita dal Air Fire Virtus Valmontone a due punti ed a 4 dalla coppia Basket Barcellona Pozzo di Gotto e Citysightseeing Palestrina. La squadra di coach Ponticiello e del presidente Ruggiero è alla prima stagione in serie cadetta, un nuovo progetto voluto, oltre che dal presidente, anche da Giuseppe Corvo e da una vecchia gloria che a lungo ha militato nelle fila del Napoli Basket in serie A, parliamo di Massimo Sbaragli che ha sposato il progetto di rilanciare il basket cittadino dopo la scomparsa del Napoli Basket di Majone e soprattutto le due ultime società miseramente fallite causa debiti e ritiratesi anzitempo in piena stagione .

Finalmente alla fine dell’estate scorsa le voce che circolavano circa un progetto serio da portare il basket partenopeo in pochi anni in serie A si è concretizzato con risultati finora inaspettati che nel nel mezzo della stagione,appena poche settimane fa hanno portato già al primo trofeo in bacheca della Cuore Napoli Basket, la Coppa Italia di serie B vinta in finale  contro l’Orzinuovi provincia di Brescia capolista del girone B della serie cadetta in finale a Casalecchio di Reno,regno del basket italiano. Una squadra guidata da Francesco Ponticiello da Sant Antimo profondo conoscitore della serie cadetta, con un roster molto giovane rafforzato da due serbi Njegos Visnjic  classe 79 esperienza da vendere,due metri di altezza ala centro e   dal connazionale Stefan Nikolic  2,03 ala classe 97; roster completato e da giocatori  italiani quasi tutti campani ed un calabrese di grande talento ed speranze .

Ala centro Ferdinando Matrone 2,10 classe 95, il play guardia Domenico Marzaioli 1,88 classe 70 il più anziano del gruppo,Vincenzo Palladino centro di due metri classe 97,la guardia Andrea Barsanti 1,88 classe 86,la guardia Crescenzo Erra 1,90 classe 97, il play Roberto Maggio 1,82 classe 90,l ala Mattia Masroianni due metri classe 94,il play Andrea Murolo  1,75 classe 96, il paly guardia Bruno Rappoccio  1,85 classe 94,l ala Alessio Ronconi 1,92 classe 95,il play guardia  Lorenzo Perrella 1,80 classe 96, la guardia ala Antonio Crescenzi 1,90 classe  98, il play Vincenzo Malfettone  1,75 classe 98 ed infine il centro Francesco Pergolese classe 97.

Una squadra che ormai alla luce dell’attuale classifica non si può più nascondere seppur il cammino che porta alla promozione in serie A2 è tortuoso poichè al termine della stagione regolare le prime otto di ogni girone della serie b si affronterà ad incrocio su tre partite con i gironi successivi,dunque il Cuore Napoli Basket se dovesse chiudere al primo posto dovrebbe comunque disputare i play off con l’ ottava del girone D, le vincenti si affronteranno al meglio delle cinque partite e cosi si arriverà con 4 squadre che si affronteranno a Montecatini Terme in semifinale secca da cui usciranno però tre squadre che nella prossima stagione disputeranno il campionato di A2.

Se la salvezza risultava essere il traguardo di inizio stagione con il progetto di arrivare in serie A entro tre stagioni,possiamo tranquillamente affermare che comunque dovesse concludersi il campionato il Cuore Basket Napoli ha già vinto.

Stefano Marino

Share