Tre giorni all’ora “X”, a Valmontone il Cuore Napoli Basket può legittimare matematicamente il primo posto del girone C del torneo cadetto che sta dominando ormai da tempo.
Con 4 punti di vantaggio infatti la squadra di coach Ponticiello in caso di vittoria e con due giornate ancora da giocare al termine della stagione regolare non sarebbe più raggiungibile dagli avversari che affronterà proprio domenica ovvero i laziali che all’andata si imposero a Napoli per 97 ad 89.
Njegos Visnjic,classe 79 2,00 metri precisi di altezza e tecnica, ala centro dall’elevato minutaggio, in media è sempre schierato nel roster iniziale 38 anni compiuti da poco, giocatore serbo vero leader per esperienza, carisma e tecnica presenta il big match di domenica sintonizzandosi sulla lunghezza d’onda del suo allenatore in merito ad una possibile impresa in trasferta.
“Andiamo a Valmontone per vincere, senza fare calcoli ne altro”, esordisce Visnjic, “i due punti ottenuti ci permetterebbero di giocare con tranquillità le restanti due gare e non intendiamo affatto andare a Valmontone già appagati, al contrario intendiamo anche vendicare la sconfitta subita all’andata” conclude il forte giocatore.
Una media di circa 30 minuti a partita, il che dimostra la sua grande affidabilità e fiducia che Ponticiello riversa in lui, una media di oltre 16 punti a partita per un totale attuale di 434 punti, 64% di realizzazione da due punti,38% da tre ed 85% sui liberi,queste le cifre finora del serbo all’esordio nel torneo cadetto, per atto di fedeltà con il presidente Ruggiero che lo conosceva da tre anni avendo giocato anche in serie C ed in serie A2, coppa Italia vinta quest’anno contro l’Orzinuovi, la ciliegina sulla torta sarà si auspica la promozione in serie A2 al primo tentativo.
Come avere 38 anni e giocare sempre con entusiasmo e non sentirli, qual’è il segreto di Visnjic e del Cuore Napoli Basket all’esordio nella serie cadetta?
“Mi sento giovane e non intendo certo smettere ora sul più bello”, scherza l’ala centro serba – “abbiamo creato un mix di giovani ed anziani davvero sorprendente e continueremo sempre con questo spirito” (la squadra da tempo come è noto gioca cercando do supplire alle assenza del play Maggio e di Marzaioli fermi ai box ,ma prossimi al rientro sul parquet, dunque spirito di sacrificio da parte di tutti i giocatori del roster azzurro , vincere da entusiasmo, siamo un gruppo molto solido sotto tutti i punti di vista, continua il giocatore anziano solo anagraficamente ma giovane dal punto di vista fisico atletico .
Com’è il rapporto con il tuo connazionale Stefan Nikolic più giovane di te (classe 97?)
“Direi ottimo, siamo uniti, lui è molto giovane ed è un investimento per la società che punta molto sui giovani e dunque rientra in un progetto”, risponde Visnjic, “di certo noi ormai non ci possiamo nascondere a questo punto della stagione ed il fattore campo sarà indispensabile nei play off” chiude il giocatore.
In caso auspicabile di promozione in serie A2, Njegos Visnjic, classe 79 farà parte del futuro Cuore Napoli Basket?
“Non ho dubbi che mi sento parte di questo progetto e mi trovo molto bene qui, e proseguirò a Napoli la mia carriera da cestista, il mio rapporto con dirigenti e squadra è stupendo ,siamo molto uniti,tutti protesi e concentrati sulla prossima partita e sul prosieguo della stagione e saremo competitivi fino al nostro obiettivo finale ovvero la promozione in serie A2”.

I TESTI E I CONTENUTI PRESENTI SU SOCCERNEWS24.IT POSSONO ESSERE RIPORTATI SU ALTRI SITI SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE.

 

Share