L’incontro di venerdi scorso, con all’ordine del giorno la questione Stadio Collana, presso il circolo tennis Rossini, tenuto da associazioni sportive e consiglieri della quinta municipalità a cui hanno preso parte anche i parlamentari Sarli e Siani ed i consiglieri regionali Muscarà e Borrelli, ha avuto il merito di unire le intere forze della municipalità.

Al termine della riunione i parlamentari si sono ripromessi di scrivere al presidente della Regione De Luca. Il tutto per accellerare i tempi in merito alla ripresa degli incontri tra Regione e Giano srl vincitore in attesa della consegna delle chiavi prima di gestire l’impianto.

Soltanto il 23 luglio scorso l’Ente regionale aveva firmato l’accordo con l’associazione sportiva dilettanti Giano, composta dal costruttore Paolo Pagliara, dagli ex calciatori del Napoli Ciro Ferrara e Fabio Cannavaro e dall’ex rettore universitario Gennaro Ferrara.

Una settimana dopo la Giano ha effettuato un primo sopralluogo presso l’impianto vomerese. Nel quale si è evidenziato come la situazione in cui versa il Collana è assolutamente recuperabile  e dunque occorre solo far partire i lavori al più presto.

La Regione Campania ha indicato il 6 settembre come data del prossimo incontro a seguire altri tre indicati nel 13/20 e 27 settembre.

Tale decisione ha scatenato le reazioni dei consiglieri dei Verdi Rino Nasti capogruppo alla quinta municipalità e Stefania Sannino, capogruppo dei cinque stelle. Unite le opposizioni non solo al Vomero Arenella ma anche in Regione con Maria Muscarà e Francesco Emilio Borrelli.

“Un altro mese perso inutilmente ed in questa storia finora non c’è stato un solo vincitore”. Esordisce Stefania Sannino. “Regione, comune, giano ed associazioni sportive, i giovani e tutti gli appassionati di sport, che sono stati privati della loro passione”. Prosegue il capogruppo dei cinque stelle. “Il gioco delle responsabilità ha portato finora al risultato che è sotto gli occhi di tutti, il nostro auspicio è che i lavori comincino al più presto affinchè il Collana riapra i battenti nel più breve tempo possibile”. Chiude Sannino.

ll capogruppo Nasti in un intervento precedente, aveva duramente stigmatizzato, d’accordo con il suo collega in Regione Borrelli, il ritardo da parte della Regione. Considerando che gli uffici nel mese di agosto restano comuqnue aperti e che si sarebbe dovuto svolgere il primo incontro già in questo mese senza attendere la ripresa delle attività.

In altre parole, all’unisono, si chiede al Giano srl di far partire i lavori al più presto. Perchè gli sportivi attendono da tempo una risposta.

Diversamente i vincitori se non sono o non vogliono attivarsi al più presto rinuncino alla gestione e si facciano da parte. Questo, quanto emerso la settimana scorsa dall’incontro.

Il portale on line www.soccernews24.it seguirà l’evolversi della vicenda.

Share