Il Napoli batte anche nel return - match lo Zurigo e come da pronostico accede agli ottavi di finale di Europa League.

Ancelotti fa un ampio turn-over. Si rivede Chiriches in coppia con Koulibaly. A centrocampo presenta Diawara e Ounas mentre in avanti riposa Milik per la coppia Mertens – Insigne. Partita dai ritmi blandi e compassata, come le partite di allenamento di rifinitura del giovedì.

Al 6’ Insigne su imbeccata di Ounas sfiora il vantaggio con un pallonetto che finisce fuori di un soffio. Lo Zurigo risponde una decina minuti dopo con un colpo di testa di Ceesay che finisce a lato di non molto. La palla goal più nitida arriva al 16’ con Verdi che di fronte al portiere svizzero non angola troppo il tiro.

Sale in cattedra Insigne che ha due buone opportunità per raddoppiare ma in entrambe le circostanza calcia fuori. Al 37’ lo scugnizzo di Frattamaggiore centra per Mertens che calcia a colpo sicuro ma Brecher salva in angolo. Al 43’ arriva il meritato vantaggio. Ounas semina un paio di avversari allarga per Verdi che al volo in diagonale insacca.

La ripresa è più divertente, la stanchezza si fa sentire e le squadra sono più lunghe. Al 60’ è ancora Ounas a sfiorare la marcatura ma Brecher si oppone ancora. La partita scivola tranquillamente fino al 75’ quando Mertens lancia Ounas che non ha difficoltà a siglare il raddoppio.

All’80’ sale in cattedra ancora il portiere svizzero che nega il goal a Milik con un colpo di reni togliendo il pallone calciato dal polacco dall’incrocio dei pali. Al 90′ ancora una palla goal clamorosa sciupata, in contropiede quattro contro uno, gli azzurri non riescono a metterla dentro prima con Insigne e poi con il polacco.

Buon allenamento per gli azzurri, troppa la differenza tra le due squadre. Ottimo il turn-over attuato da Ancelotti con Ounas in grande spolvero. Buona notizia il rientro di Chiriches visto soprattutto l’infortunio a lungo termine di Albiol. Resta ancora parzialmente il problema del goal.

Troppe stretto il risultato visto ancora una volta la quantità di occasioni profuse. Bene invece la difesa con un nuovo clean sheet, i partenopei non subiscono reti dal 20 Gennaio. L’ultima rete è stata di Immobile. Ounas il migliore, oltre all’assist e la rete sontuose giocate del franco-alegerino. Sufficienza piena per tutti, purtroppo ancora poco incisivi Insigne e Mertens.

Piccola nota, non comprendiamo cosa si debba aspettare per l’introduzione del Var anche in Europa League. Questa sera ancora alcune decisioni dell’arbitro errate (negato rigore solare a Ghoulam, ndr) che con l’ausilio del Var sarebbero diventate corrette. Certo oggi gli errori non sono stati determinanti sul risultato ma con il prosieguo della stagione potrebbe pesare l’assenza del Var.

Domani c’è il sorteggio, quasi sicuramente gli azzurri affronteranno una squadra di tutt’altro spessore rispetto al modesto Zurigo. Il Napoli ha tutte le carte in regola per arrivare in fondo a questa competizione ma sicuramente per farlo deve tornare ad essere più cinico e incisivo sotto porta e soprattutto deve ritornare ad avere il suo pubblico.

Triste e deprimente vedere uno stadio così vuoto e pure è sotto gli occhi di tutti cosa può fare uno stadio pieno (Docet Atletico).

Share