Brutta sconfitta quella subita dalla Gevi Napoli a Matera una delle capoliste del girone D del campionato cadetto.

Il punteggio finale 76 a 58 con parziali anche emblematici mette sul banco degli imputati l’intera squadra, dal coach a tutti gli atleti a disposizione di Lulli.

Netto passo indietro quello mostrato da capitan Guarino e compagni. Che merita un immediato riscatto domenica prossima in casa contro un altra delle squadre capoliste la Più Broker di Roma compagine in cui milita l’ex Visnjic.

Solo nel terzo quarto l’unico vinto dagli ospiti si è vista a tratti una squadra reattiva e volitiva. Spinta da una certa determinazione ma 48 punti subiti in 20 minuti la dicono lunga circa l’attenzione mostrata sul parquet.

Non si tira indietro coach Lulli che al termine del match fa autocritica in merito all’andamento della partita.

“In quanto tecnico della squadra, sono il primo responsabile di un primo tempo deludente, non all’altezza del lavoro svolto in settimana. Purtroppo non riusciamo a trasferire in partita quello che di buono facciamo in allenamento. Bisogna lavorare con una intensità ancora maggiore. Siamo rientrati fino al -7 nell’ ultimo quarto, ma poi abbiamo pagato lo sforzo perchè non si possono subire 48 punti in 20 minuti.

In settimana analizzeremo la gara e cercheremo di preparare al meglio la prossima partita casalinga contro l’HSC Roma, squadra molto fisica e di grande entusiasmo. Dobbiamo scendere in campo con un altra mentalità tutti, me compreso. Dobbiamo fare un esame di coscienza per ripartire con un’altra faccia”.

Pronto riscatto contro l’HSC Roma.

 

Share