Gioca bene e lotta fino alla fine la Gevi Napoli Basket costretta alla resa 73 a 69 da parte di una delle capoliste del girone D.

La Più Broker Roma fa prevalere la sua fisicità ed all’alto dell’esperienza di alcuni suoi giocatori tra questi il grande ex Njiegos Visnic.

Primi due tempi molto equilibrati. Dal terzo in poi Napoli avanti poi recupera Roma che mette a nudo i punti deboli della squadra di coach Lulli ovvero la difesa e la continuità seppure quest’ultima già in miglioramento.

Cinque uomini in doppia cifra tra i capitolini.

Sugli scudi nella Gevi Napoli Dincic, Guarino e Malagoli in doppia cifra.

Alcune decisioni un pò dubbie della coppia arbitrale hanno fatto pendere la bilancia  da parte della squadra ospite.

Il presidente della Gevi Napoli Federico Grassi nel dopo partita non ha lesinato critiche verso gli arbitri.

Coach Lulli si è soffermato sull’aspetto tecnico

“Faccio i complimenti alla HSC, ci hanno creduto di più i nostri avversari che nel momento più importante hanno voluto fortemente questa vittoria; sfuggita a noi per alcuni dettagli di attenzione e lucidità. Ho poco da rimproverare ai ragazzi perché la nostra è stata una prestazione gagliarda anche dal punto di vista emotivo che speravo fosse coronata dai due punti che tutti meritavamo. Dobbiamo continuare a lavorare togliendo ancora alcune distrazioni difensive cercando di essere più duri e decisi nelle conclusioni a canestro”; questo il pensiero del coach come riporta l’ufficio stampa nel dopo partita.

Squadra non ancora al top della condizione, il coach è consapevole del potenziale ancora inespresso della Gevi.

Domenica ennesima prova di appello i trasferta a Valmontone ferma a quota due, dipenderà dunque da Napoli il proprio destino.

 

Share